Tag: aborto

Invito a sottoscrivere iniziativa Un Cuore che Batte – manca 1 settimana

Negli Stati Uniti, questa iniziativa ha fatto da apripista ad iniziative più incisive e in seguito all’annullamento della Sentenza Roe-Wade. Certamente non è stato sconfitto l’aborto, ma si sono salvati milioni di bambini e la cultura della vita in alcuni paesi si è molto rafforzata. Anche qui in Italia, solo per il fatto di parlare del cuore che batte del bimbo in grembo, agiamo per la verità, forse qualche mamma rifletterà e capirà che l’aborto è solo un grandissimo inganno.

Per saperne di più

Aborto per violenza subita – Giuseppe Garrone

Nella mentalità corrente si ritiene che uno degli aborti più giustificati sia nel caso di una gravidanza causata da uno stupro. Si pensa infatti che una mamma che partorisca un bambino a seguito di una violenza, ogni volta che vede il bambino sarebbe costretta a ripensare alla violenza subita e, pertanto, dovrebbe essere un diritto della donna eliminare quell’ulteriore sofferenza.
Già Giovanni Paolo II in Bosnia, parlando delle donne stuprate ed incinte (si diceva anche suore), affermava: ‘non aggiungete violenza a violenza’.

Per saperne di più

Le minacce alla vita: mentalità contraccettiva, aborto, fecondazione extracorporea, eutanasia – Giorgio Carbone O.P.

All’inizio della sua enciclica Evangelium Vitae (n. 3) Giovanni Paolo II ricorda che la storia dell’umanità ha sempre registrato delle minacce alla vita umana. Oggi, però, alle minacce antiche, come le malattie, la fame, le guerre e le violenze, se ne sono aggiunte altre un tempo inedite, ma altrettanto drammatiche, come l’aborto chirurgico e chimico, l’eutanasia, la diagnosi a scopo selettivo.

Per saperne di più

Accoglienza alla vita nascente: Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo dei miei fratelli più piccoli… – Oreste Benzi

Mi viene in mente la parola di Geremia al capitolo 30: in un fascio di luce profetico descrive come sarà il futuro popolo di Dio, che così risponderà all’amore di Dio. Cammineranno sulla via piana, dice il profeta, e tra di loro ci saranno lo zoppo, il cieco, la donna incinta e la partoriente. Sono quattro espressioni della debolezza dell’essere umano. Geremia ci fa capire come, quanto più è debole l’essere umano, tanto più il suo ruolo è fondamentale.

Per saperne di più

Educare alla vita e alla famiglia Docente di Bioetica Università Cattolica di Roma – Maria Luisa Di Pietro

Presentando il nucleo centrale della sua missione redentrice, Gesù dice: Io sono venuto perché abbiano la vita (Gv. 10,10)… Egli si riferisce a quella vita nuova ed eterna, che consiste nella comunione con il Padre… Ma proprio in tale vita acquistano pieno significato tutti gli aspetti e i momenti della vita dell’uomo” (EV, 1).

Per saperne di più

Per un nuovo femminismo – Marisa Orecchia

Scrive Giovanni Paolo II al n 99 dell’Evangelium vitae: “ Nella svolta culturale a favore della vita le donne hanno uno spazio di pensiero e di azione singolare e forse determinante: tocca a loro di farsi promotrici di un nuovo femminismo che, senza cadere nella tentazione di rincorrere modelli maschilisti, sappia riconoscere ed esprimere il vero genio femminile in tutte le manifestazioni della convivenza civile, operando per il superamento di ogni forma di discriminazione, di violenza e di sfruttamento”.

Per saperne di più

Maria e la difesa della vita nascente – Angelo del Favero

“Quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna, nato sotto la legge, per riscattare coloro che erano sotto la legge, perchè ricevessimo l’adozione a figli” (Gal 4,4-5). “Grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, veniva a visitarli dall’alto un sole che sorge, per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre e nell’ombra della morte, e dirigere i nostri passi sulla via della pace (Lc 1,78-79). “In Lui era la vita e la vita era la luce degli uomini: la luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l’hanno accolta (Gv 1,4-5). “Venne tra la sua gente, ma i suoi non l’hanno accolto. A quanti però l’hanno accolto, ha dato il potere di diventare figli di Dio, a quelli che credono nel suo nome” (Gv 1,11-12).
La prima di questi credenti, la prima ad accogliere LA VITA nascente che è Gesù, è stata SUA MADRE, MARIA.

Per saperne di più

La vita oltre la morte: “Voi donne che avete fatto ricorso all’aborto” – Giuseppe Garrone

La responsabilità dell’aborto è certamente molto estesa: in ogni aborto sono coinvolte decine di persone, che a vario titolo vi contribuiscono e spesso con responsabilità non inferiore a quella della donna. Addirittura molte volte la donna è vittima lei stessa di pressioni, abbandoni, solitudine, che la spingono a questo gesto umanamente irrimediabile.

Per saperne di più
Caricamento