Tag: fecondazione extracorporea

Introduzione al testo della legge 40/2004 – Renzo Gubert

Il mio compito di presentare la legge sarà forse noioso, tecnico, ma è necessario per le successive valutazioni. Si era già tentato nella precedente legislatura (1996-2001), di fare una legge in proposito, poi però, per un colpo di mano del centro-sinistra, al Senato, è stata tolta una parte fondamentale relativa ai diritti del concepito, e quindi l’iniziativa era stata lasciata morire.

Leggi di più

2006 La legge 40/04

Settimo di una serie iniziata nel 2.000, questo convegno vuole portare un contributo di chiarezza in un tema bistrattato un po’ da tutti, a causa del cozzare di fini ed interessi d’ogni genere. Per questo già nel 2.000 si era organizzato il convegno ‘Fecondazione extracorporea: pro o contro l’uomo?’, tradotto poi in un libro dallo stesso titolo.

Leggi di più

La fecondazione extracorporea e la genetica – Angelo Serra

“Sono diventata madre grazie a una donazione di seme, e ho lasciato nove embrioni nel centro a cui mi sono rivolta. Che fine faranno? E se avrò possibilità di scelta, cosa deciderò? Non so ancora nulla, vivo nell’ansia. Però una certezza ce l’ho: non riuscirei a sopportare il pensiero che mio figlio abbia un fratello biologico che non conosco, di cui non so nulla e che magari vive nella nostra stessa città”. E’ il lamento di Alice, 43 anni, riferito da Lia Damascelli in «Io donna»

Leggi di più

La legge 40 e la 194: i paletti – Angelo Francesco Filardo

Ringrazio gli organizzatori di questo incontro per l’invito, che mi dà l’opportunità di incontrare tutti voi; di incontrare tanti amici, di confrontarci su temi di fondamentale importanza per il futuro del genere umano; di rinnovare il nostro impegno e di rivisitarne le motivazioni, rinvigorendo la nostra speranza che la verità – nonostante le apparenze – trionferà.

Leggi di più

Per un nuovo femminismo – Marisa Orecchia

Scrive Giovanni Paolo II al n 99 dell’Evangelium vitae: “ Nella svolta culturale a favore della vita le donne hanno uno spazio di pensiero e di azione singolare e forse determinante: tocca a loro di farsi promotrici di un nuovo femminismo che, senza cadere nella tentazione di rincorrere modelli maschilisti, sappia riconoscere ed esprimere il vero genio femminile in tutte le manifestazioni della convivenza civile, operando per il superamento di ogni forma di discriminazione, di violenza e di sfruttamento”.

Leggi di più

Maria e la difesa della vita nascente – Angelo del Favero

“Quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna, nato sotto la legge, per riscattare coloro che erano sotto la legge, perchè ricevessimo l’adozione a figli” (Gal 4,4-5). “Grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, veniva a visitarli dall’alto un sole che sorge, per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre e nell’ombra della morte, e dirigere i nostri passi sulla via della pace (Lc 1,78-79). “In Lui era la vita e la vita era la luce degli uomini: la luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l’hanno accolta (Gv 1,4-5). “Venne tra la sua gente, ma i suoi non l’hanno accolto. A quanti però l’hanno accolto, ha dato il potere di diventare figli di Dio, a quelli che credono nel suo nome” (Gv 1,11-12).
La prima di questi credenti, la prima ad accogliere LA VITA nascente che è Gesù, è stata SUA MADRE, MARIA.

Leggi di più

La vita oltre la morte: “Voi donne che avete fatto ricorso all’aborto” – Giuseppe Garrone

La responsabilità dell’aborto è certamente molto estesa: in ogni aborto sono coinvolte decine di persone, che a vario titolo vi contribuiscono e spesso con responsabilità non inferiore a quella della donna. Addirittura molte volte la donna è vittima lei stessa di pressioni, abbandoni, solitudine, che la spingono a questo gesto umanamente irrimediabile.

Leggi di più

É urgente una grande preghiera per la vita – Maurizio Gagliardini

Con la generale mobilitazione delle coscienze il Papa invocava, come necessaria, anche “Una grande preghiera per la vita che attraversi il mondo intero”, come forza soprannaturale in grado di contrastare il maligno, che in questa epoca ha costruito una cultura dell’egoismo e della morte e ha messo in atto grandi strategie contro la vita attraverso l’inganno di un apparente progresso, che nella realtà dei fatti, si è riversato addirittura contro l’uomo più debole, il concepito, nelle prime fasi dell’esistenza: il bambino già ammalato nel grembo, l’essere umano portatore di handicap, colui che non è in grado di produrre…

Leggi di più
Caricamento in corso